Facebook page

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Nel 1912 Edwin J. Bush viaggiò dal suo paese natale Portland, nel Maine, fino all’omonima Portland, in Oregon. Lo fece spingendo una carretta.

 

Pseudonimo: -

Iscrizioni: -

Nazionalità: Americana

Nascita-morte: -

Riferimento geografico: Stati Uniti

Mezzo di trasporto: A piedi con carretto

Riferimenti complementari: -

ID: w1756

Internet: -

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Margaret Le Long è stata la prima donna ad attraversare il continente in bicicletta. Nel 1896 partì da chicago e raggiunse la California due mesi dopo. Nelle poche cose che porta, anche una pistola: In spite of the opposition of every friend and relative who was on hand to register a protest (and those at a distance objected by mail) I proceeded with my preparations for riding awheel from Chicago to San Francisco. They were few and simple, consisting mainly of a suitable skirt, and in having heavy soles put on my shoes. A change of underwear, a few toilet articles, and a clean “hanky” I strapped on my handle-bars, and a pistol, which I borrowed, I put in my tool-bag, where it would be hard to get at it in case of need. And so one morning in May I started midst a chorus of prophecies of broken limbs, starvation, death from thirst, abduction by cowboys, and scalping by Indians.
Fonte: Outing, 31, 1898

 

Pseudonimo: -

Iscrizioni: -

Nazionalità: Americana

Nascita-morte: -

Riferimento geografico: Stati Uniti

Mezzo di trasporto: Bicicletta, monociclo, triciclo

Riferimenti complementari: Le Long M., “From Chicago to San Francisco awheel”, Outing XXXI, 1898

ID: w2177

Internet: -

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Gnaldi Coleschi Andrea, Guerrini Guido, Dini Nicola, Boncompagni Simone: sono un gruppo di ragazzi che ha percorso in automobile la tratta Torino-Pechino e Roma-Volgograd.

Nicola Dini ci ha raggiunto a Pechino in aereo ed ha fatto il ritorno con noi in auto. Simone Boncompagni ci ha accompagnato fino a Torino ed è stato un importante aiuto logistico dall'Italia. Emanuele è stato compagno di viaggio nella Roma-Volgograd 2011.

Da Torino a Pechino a GPL!

25.852 sono i chilometri che questi temerari hanno percorso dal 5 Luglio al 22 Settembre per arrivare fino a Pechino e tornare con una Fiat Marea alimentata a GPL con un impianto Teleflex SGI fornito da IMEGA .

Un’impresa ardua ma conclusasi nel migliore dei modi e con la soddisfazione di aver percorso più del 90% del viaggio in “ecologia” cioè con il solo GPL!

Come ci dice Guido (pilota e responsabile della “spedizione”) negli oltre 25mila chilometri nessun problema ha fermato il viaggio (fatta eccezione dei cammelli e della sabbia nel deserto del Gobi) e, sia l’auto che l’impianto SGI IMEGA, non hanno mai dato cenni di cedimento.

“E’ stata una grande impresa” dicono i protagonisti che nei 30 giorni circa dell’andata hanno attraversato 7 paesi (Italia, Slovenia, Ungheria, Ucraina, Russia, Mongolia e Cina) e nei 50 giorni del ritorno ben 12  (Cina, Kazakhstan, Uzbekistan, Turkmenistan, Iran, Turchia, Bulgaria, Serbia, Bosnia, Croazia, Slovenia e Italia) e consegnato un messaggio di pace e di amicizia ai funzionari di Pechino in occasione dell’apertura delle Olimpiadi.
http://www.imega.it/notizie/da-torino-a-pechino-a-gpl_i7

 

Pseudonimo: -

Iscrizioni: -

Nazionalità: Italiana

Nascita-morte: -

Riferimento geografico: Asia, Europa

Mezzo di trasporto: Automobile o altri mezzi a motore

Riferimenti complementari: -

ID: w1981

Internet: www.torinopechino.it

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Tour dell'Europa che i due amici fecero nel 1909.

 

Pseudonimo: -

Iscrizioni: Walking around Europe - Der Gang um Europa zu Fuss - Tour d'Europe à pied

Nazionalità: Diverse

Nascita-morte: -

Riferimento geografico: Europa

Mezzo di trasporto: A piedi

Riferimenti complementari: -

ID: w1665

Internet: -

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Nel 1912 Aspenwall cavalcò da San Francisco, California, a New York.

 

Pseudonimo: -

Iscrizioni: Nan Aspenwall 1912 Long distance rider (Idaho Falls Idaho) Frank Gable, Chasp Roper

Nazionalità: Americana

Nascita-morte: -

Riferimento geografico: Stati Uniti

Mezzo di trasporto: A cavallo

Riferimenti complementari: -

ID: w1661

Internet: -

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Peter Root e Mary Thompson sono partiti da Guernsey, nelle Channel Islands, nel 2011 e avevano pianificato il giro del mondo con le loro biciclette. Dopo aver percorso le strade d'Europa, del Medio Oriente e della Cina, sono stati investiti il 13 febbraio 2013 da un pickup in Thailandia, restando uccisi sul colpo. Il loro blog Two on Four Wheels, ancora attivo, raccoglie le ultime testimonianze della sfortunata coppia.

We are Mary Thompson and Peter Root. At 5.00pm on the 12th July 2011 we got the boat to France with loads of stuff and two bikes. We’ve created this website to document our adventures along the way.
Previous adventures include extensive travel around South America, where we ran art workshops at the Hogar Granje orphanage in Sucre, Bolivia, as well as intrepid sightseeing in many other countries including India, China and South Africa. In 2008 Mary and I cycled from Landsend to John O’Groats with our friend Julien. Have a look at Julien’s blog to find our more about our trip – landsend.wordpress.com

http://www.twoonfourwheels.com/

 

British cyclists on round-the-world trip killed in Thailand
Peter Root and Mary Thompson, from Guernsey, hit by truck in province east of Bangkok

A British couple's round-the-world cycling odyssey ended in tragedy when both of them were killed in a road accident in Thailand.

Peter Root and Mary Thompson, who had been chronicling their journey in a blog, died on Wednesday when they were hit by a truck in a province east of Bangkok.

The couple, both 34 and from Guernsey in the Channel Islands, had been cycling through Europe, the Middle East, Central Asia and China since July 2011.

They met in art school and spent six years saving money and planning their journey, Peter's father Jerry Root said.

"They were both inspirational," Root said. "They didn't just talk about it, they did it. I couldn't be prouder of them."
Guardian Today: the headlines, the analysis, the debate - sent direct to you
Read more

He said they were both experienced cyclists who knew the rigours and risks of extended bicycle travel.

"They were camping wild, as they called it," he said. "What helps me is to think of how happy they were with each other. They were leading the life they wanted to. It was the happiest, the most fruitful of lives."

The couple had been posting photos and details of their trip on the website Two on Four Wheels. They also had many followers on Twitter and Facebook who were tracing their journey and vicariously enjoying their adventure, which included a trip through remote parts of Central Asia.

A video they posted from that part of the journey shows them camping in the desert, riding through hills, stopping to swim in rivers and lakes, and braving heavy snowstorms. They also cycle through tense situations as armed conflict breaks out during their journey through Tajikistan.

"They never talked about the trip as having a destination or a deadline or a time scale," said Ben Thompson, Mary's brother. "They didn't have firm plans, they had rough ideas. They just loved people. They were always dragging people to the campfire to share a story and a beer and some food."

After south-east Asia, the couple were planning to make their way to New Zealand for a brief respite, he said.

Thai police said that investigators found their bodies, their bicycles and their belongings scattered along a roadside, along with a pickup truck that crashed between some trees.

The truck driver, 25-year-old Worapong Sangkhawat, was seriously injured in the crash and faces charges of causing death by dangerous driving.
https://www.theguardian.com/uk/2013/feb/18/british-cyclists-killed-thailand

Pseudonimo: -

Iscrizioni: -

Nazionalità: Britannica

Nascita-morte: -

Riferimento geografico: Giro del mondo

Mezzo di trasporto: Bicicletta, monociclo, triciclo

Riferimenti complementari: -

ID: w2453

Internethttp://www.twoonfourwheels.com

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Christian Bomio Pacciorini ha percorso circa 70'000 km in giro per il mondo. Partito nel maggio del 2007, è rientrato dopo 5 anni a Torricella-Taverne, nella Svizzera italiana.

 

Pseudonimo: -

Iscrizioni: -

Nazionalità: Svizzera

Nascita-morte: -1971

Riferimento geografico: Giro del mondo

Mezzo di trasporto: Bicicletta, monociclo, triciclo

Riferimenti complementari: -

ID: w1724

Internet: -

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Louise Bourbonnaud, nata Louise Cosseron, viaggiò in diversi continenti, pubblicando diverse opere sul finire dell'Ottocento.

 

Pseudonimo: -

Iscrizioni: -

Nazionalità: Francese

Nascita-morte: -

Riferimento geografico:

Mezzo di trasporto: Diversi

Riferimenti complementari:

  • Bourbonnaud L., Les Amériques ; Amérique du Nord, Antilles, Amérique du Sud, Paris, 1889
  • Bourbonnaud L., Les Indes et l'Extrême Orient, impressions de voyage d'une parisienne, Paris, 1892
  • Bourbonnaud L., Seule à travers 145,000 lieues terrestres, maritimes, aériennes, Paris

ID: w1730

Internet: -

Wikidata: https://www.wikidata.org/wiki/Q3263687

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Nel 2011, dopo aver percorso 60 mila km in 3 continenti e 38 paesi in 14 mesi, conquistando un primato da Guinness per il più lungo percorso in quad (le moto a quattro ruote), due australiani hanno tagliato il traguardo a Sydney, in omaggio al compagno di squadra morto tragicamente a metà viaggio. Jamie Kenyon di 25 anni e Kristopher Teddy Davant di 27, noti come "Expedition Quad Squad", hanno attraversato sabato il ponte sulla baia sui loro mezzi, scortati dalla polizia e da centinaia di motociclisti, nella tappa finale di un viaggio iniziato a Istanbul.

I due ragazzi avevano quasi rinunciato dopo la morte del compagno, l’italiano Valerio De Simoni di 24 anni, la cui moto era stata travolta da un’auto fuori controllo in Malawi, nel marzo di quest’anno. L’investitore cercava di sfuggire all’inseguimento della polizia, per evitare di pagare una multa di divieto di sosta. Oltre a demolire il record precedente di 27.141 km, la Quad Squad ha usato l’avventura per sostenere la Ong Oxfam e ha raccolto l’equivalente di circa 40 mila euro per la lotta alla povertà. Dopo aver attraversato in trionfo il Sydney Harbour Bridge, Kenyon e Davant sono stati accolti da una folla di ammiratori in uno spiazzo davanti alla baia. La madre di Valerio, Vittoria Pasquini, li ha ringraziati per aver completato il viaggio in onore del figlio e ha annunciato la creazione di un’associazione in sua memoria, in aiuto dei giovani profughi dalle guerre in Afghanistan e in Africa (fonte: Ansa).

 

Pseudonimo: -

Iscrizioni: -

Nazionalità: Australiana

Nascita-morte: -

Riferimento geografico: Giro del mondo

Mezzo di trasporto: Automobile o altri mezzi a motore

Riferimenti complementari: -

ID: w2129

Internet: -

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Polly Letofsky è partita il 1. agosto 1999 dal Colorado (USA) per compiere un viaggio di 5 anni attorno al mondo. Ha fatto rientro a casa il 30 luglio 2004, dopo aver camminato per 22'730 chilometri (14'124 miglia), e raccolto 250'000 dollari per la ricerca sul cancro. Polly è diventata la prima donna a compiere ufficialmente il giro del mondo a piedi.

 

Pseudonimo: -

Iscrizioni: -

Nazionalità: Americana

Nascita-morte: -

Riferimento geografico: Giro del mondo

Mezzo di trasporto: A piedi

Riferimenti complementari: -

ID: w2188

Internet: www.pollyletofsky.com

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Heard Burnest attraversò il Canada tra Vancouver e Halifax facendo rotolare una botte.

 

Pseudonimo: -

Iscrizioni: Burnest Heard is the World greatest lover on a Walk accross Canada, Vancouver to Halifax

Nazionalità: Canadese

Nascita-morte: -

Riferimento geografico: Canada

Mezzo di trasporto: A piedi con botte

Riferimenti complementari: -

ID: w1752

Internet: -

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Il 25 aprile 2001 Alberto Fiorin, Aldo Maroso e altri 8 amici partono da Venezia in bicicletta destinazione Pechino. La Via della Seta richiede 96 giorni di sforzi per un totale di 12'000 chilometri.

Classe 1949, docente di matematica per professione, è, invece, per passione, cicloturista ed escursionista. Ha partecipato alla spedizione Bassano - Mosca in bici nel 1989, ha esplorato (in gommone e mountain bike) i gulag staliniani in Siberia, ha vissuto, sempre in bici, l’avventura Venezia – Pechino, 12000 km lungo la via della seta (2001). Su questa spedizione ha scritto con A. Fiorin il libro “Strade d’Oriente” (Ediciclo).

http://www.ediciclo.it/index.php?qr=maroso_aldo&pagid=author_det&author_id=61

Pseudonimo: -

Iscrizioni: -

Nazionalità: Italiana

Nascita-morte: -

Riferimento geografico: Asia, Europa, Via dell'ambra

Mezzo di trasporto: Bicicletta, monociclo, triciclo

Riferimenti complementari: Maroso A., Fiorin A., Strade d’Oriente : in bicicletta da Venezia a Pechino, Ediciclo editore, 2003

ID: w2239

Internet: -

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Overland Jack di Big Sandy, Texas, all’anagrafe John Rose (1888-1962), a partire dal 1909 fino agli anni Trenta percorse 30'000 miglia a bordo di un carretto trainato da cinque capre. Perse le gambe in un incidente ferroviario. Sono giunte a noi numerose cartoline che lo ritraggono: "That buyers are plentiful is shown by the fact that he owns two farms and has a respectable bank account." (...) "He has proved that a man can make his way in the world without even a leg to stand on." (Popular science, 1922).

A large tombstone—with a goat’s head carved to the right and a revolver to the left—marks the resting place of John “Overland Jack” Rose in Chilton Cemetery in Big Sandy. Centered above his name, a small oval holds a picture of John, his wagon, and his goat team.

John, born in Virginia in 1888, fell beneath the wheels of a freight train and lost both of his legs at age nine. By means of hand-walking props that he made himself, he was able to remain ambulatory and complete his education. At age 20, he began traveling the country, driving a small wagon drawn by goats. He eventually settled in Big Sandy, built a home beside Everman Lake, and, refusing public aid or charity, supported himself and his goats by doing small repair jobs on watches, eyeglasses, guns, and antique clocks. Each year in early spring, “The Goat Man,” as townspeople affectionately called him, would set out from Big Sandy, making about 10 miles a day, stopping to sell postcards of himself for a dime, and doing repair work whenever he could find it. By the time automobiles made the roads too dangerous and ended his travels, he had toured 19 states and covered some 30,000 miles.

Overland Jack died in 1962. His personal property was auctioned, and his goat cart donated to Tyler’s Caldwell Zoo.
https://www.texashighways.com/people/item/6311-the-goat-man-of-big-sandy-john-overland-jack-rose

Pseudonimo: Overland Jack

Iscrizioni: This Texas Goat Wagon has been over the states of Tex., N. Mex., Colo., Kan., Mo., Ill., Ind., Ky., Tenn., Ala., Miss., Lo. Ark., Okla., Nedr., Wyo., Mont., S. Dak. and Ariz., a distance of 30'000 miles since 1909. the team was trained by Overland Jack of Big Sandy, Tex., owner and driver. The average weight of each goat being 100 lbs. the harness was manufactured at Big Sandy, Texas, costing $30.00. This team on a test pulled 2.500 lbs. The team averages 10 miles per day with 600 lb. camping outfit. Each goat is fed 2 quarts of grain per day. The wagon was manufactured at Gilmer, Texas, costing $80.00. The team cost $25.00 . Price of pictures 10c each, 3 for 25c. No trouble to answer questions.

Nazionalità: Americana

Nascita-morte: 1888-1962

Riferimento geografico: Stati Uniti

Mezzo di trasporto: Forza animale

Riferimenti complementari: -

ID: w2455

Internet: -

Wikidata: -

Write comment (0 Comments)

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Christopher McCandless è stato un vagabondo americano che intraprese un viaggio verso l'Alaska in solitudine. Nelle terre selvagge del Parco nazionale di Denali morì a causa dell'inesperienza e dell'equipaggiamento poco adatto alle condizioni difficili del wilderness.

Jon Krakauer ha pubblicato nel 1997 un libro che ripercorre le vicende di Christopher, intitolato Nelle terre estreme, da cui è ispirato in film del 2007 Into the wild.

Ho avuto una vita felice e ringrazio il Signore. Addio e che Dio vi benedica!
Scritta lasciata da McCandless all'interno del Magic Bus.

C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo.
Dalla lettera di McCandless scritta all'amico Ronald Franz

Pseudonimo: Alexander Supertramp

Iscrizioni: -

Nazionalità: Americana

Nascita-morte: 1968-1992

Riferimento geografico: Grande nord, America del Nord

Mezzo di trasporto: Diversi

Riferimenti complementari: Krakauer, Jon. Nelle Terre Estreme. 25a ed. Exploits. Milano: Corbaccio, 2013.

ID: w2262

Internet: https://en.wikipedia.org/wiki/Christopher_McCandless

Wikidata: https://www.wikidata.org/wiki/Q312005

Write comment (0 Comments)

Giramondo, Globetrotters, Globetrotteurs

Make a donation

Buy us a beer… This documentation is at your disposal for free. Please consider supporting our efforts.



Submit link

Suggerisci collegamento - Soumettre un lien - Link melden

Loading, please wait..

Submit globetrotter's name

Loading, please wait..

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by L.THEME